FATTICULT 2018, la quinta edizione dal 27 al 29 settembre

Per il quinto anno consecutivo torna Fattidicultura, manifestazione fortemente voluta dal Consorzio Pantacon che dal 2014 mette Mantova al centro del dibattito nazionale sui temi dell'innovazione culturale con progetti ed esperienze, riflessioni e visioni, eventi e partecipazione attiva. L'edizione 2018 si svolge dal 27 al 29 settembre, con 13 "FACT" di esplorazione trasversale: dalla rigenerazione urbana alla scienza, dalle biblioteche al teatro, dai temi ambientali all'arte contemporanea, dalla musica alla fotografia.

Nel dibattito che Fatticult vuole stimolare emergono pratiche innovative che auspichiamo possano poi contribuire ad un cambiamento positivo nei diversi contesti in cui potranno avere delle ricadute dirette o indirette. Diversi i temi che saranno affrontati: che senso hanno i processi di rigenerazione in una città? come può la fotografia raccontare un luogo e le persone che lo abitano? quali sono le possibili professioni per le nuove generazioni in ambito culturale? quali modelli e quali progetti per una città più vivibile? come può l'arte essere strumento per il cambiamento? come suona una città? la matematica e il teatro insieme chi le ha mai viste? Fatticult è un appuntamento non solo per chi si occupa di progetti culturali in senso stretto ma è un'occasione per tutti quelli che sono interessati dalle politiche culturali di una città, di un territorio, di un paese. Prendersi cura dei beni comuni è un processo che dovrebbe essere partecipato, condiviso, discusso con tutti gli attori: con chi questo processo lo governa, con chi lo realizza grazie alle sue capacità e competenze, con chi lo "riceve" o ne è influenzato direttamente o indirettamente.
Per questo crediamo nel valore di Fatticult.

FATTICULT è sostenuto da Fondazione Cariplo e Comune di Mantova e gode della collaborazione scientifica di Fondazione Fitzcarraldo – ArtLab 2018 e cheFare.

  

SCARICA IL PROGRAMMA 2018

 

 

 

 

FATTICULT YOUNG

In un contesto generale di contrazione delle risorse come si immagina il futuro del settore culturale e creativo in Italia? Quali sono le possibilità di impiego, quali i possibili modelli organizzativi e soprattutto chi immaginiamo possano essere i protagonisti di questo mutare delle modalità di fare cultura? Sono le domande che ci hanno spinto a dedicare una sezione del programma ai giovani, agli studenti, alle nuove generazioni di professionisti.

Giovedì 27 settembre lo faremo al mattino con "Lavorare nella cultura nel 2020" con un incontro guidato da Bertram Niessen pensato per gli studenti delle classi del Liceo scientifico "Belfiore" e del Liceo Artistico "Giulio Romano" di Mantova.
I giorni successivi l'attenzione si sposterà al Creative Lab di Lunetta, luogo di contaminazione creativa e nuovi linguaggi: venerdì 28 alle 18.30 con "Lunetta: spazio – persone – città", esposizione di fotografia urbana frutto di un percorso di esplorazione del quartiere, a cura di Massimiliano Boschini, Ruggero Ughetti, Marco Brioni, in collaborazione con Rete Lunetta e Creative Lab, e sabato 29 dalle 17 alle 20 con ARTbeatART la musica dell'arte, una nuova asta non convenzionale già protagonista delle edizioni passate di Fatticult, che espone 14 pezzi d'artista tra cui sculture, fotografie, abiti, oggetti di design, dipinti il cui ricavato sarà interamente destinato a finanziare la partecipazione gratuita per i ragazzi under 25 alle attività formative del Creative Lab Mantova per la stagione 2018-2019.

 

FATTICULT E L'ARTE, IL TEATRO, I NUOVI LINGUAGGI

Come ogni anno FATTICULT porta nel programma alcuni momenti pensati per coinvolgere il pubblico in percorsi di riflessione attorno all'espressione della cultura, positivamente strumentale all'interpretazione del contesto urbano. L'edizione 2018 presenta il tavolo del teatro contemporaneo, promosso dal Comune di Mantova con fondazione Mantova Capitale Europea dello Spettacolo, dal titolo Teatro (Mn), per la stagione 2018/2019: partecipano Fondazione Artioli con la prosa, Ars Creazione e Spettacolo e Carrozzeria Orfeo con la drammaturgia contemporanea, Teatro Magro e Zero Beat con il teatro di ricerca del progetto PNP_Pubblico Non Privato.

Alkémica, Teatro Magro e Zero Beat tornano con un nuovo spettacolo scritto a più mani, pensato per le scuole (due repliche giovedì e venerdì) e per tutti (giovedì sera) allo Spazio Studio Sant'Orsola: dopo la fisica del 2017 si lasciano ispirare dalla matematica, e con "3 e 14 infinito non periodico" raccontano come numeri e calcoli spieghino tutto del mondo fuori da noi. Teatro anche a colazione, sabato 29 settembre con un risveglio speciale condotto nelle vie cittadine dall'attore di Teatro Magro Alessandro Pezzali: partenza alle 6 dal varco di Piazza Virgiliana sul Lungolago Gonzaga, tra esercizi fisici, intellettuali, enogastronomici (necessaria la prenotazione a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.).

Ormai immancabile l'appuntamento con Frammenti di Fotografia, che inaugura a FATTICULT un nuovo ciclo di incontri. Quest'anno è Giovanna Calvenzi la protagonista dell'appuntamento di venerdì 28 settembre alle 20.45 in Santagnese10, nel quale ripercorrerà il metodo e il rapporto con i luoghi di Gabriele Basilico, tra i più autorevoli interpreti della fotografia italiana del Novecento. 

Sabato 29 all'Hub Santagnese10 esploriamo "Paesaggio sonoro, spazi fisici e immateriali" grazie a FUS e Zero Beat che portano attorno allo stesso tavolo un sound artist, un produttore e un esperto museale. Nel pomeriggio, a chiusura di questa edizione, ArtBeatArt è il circolo virtuoso che si rinnova mettendo in circolo l'arte per l'arte, con 14 pezzi d'artista all'asta, una presentazione in musica grazie a Orchestra da Camera di Mantova e un'asta non convenzionale.

 

ARTLAB18, EVENTO SATELLITE A MANTOVA

Per il terzo anno consecutivo ArtLab18 torna a Mantova e in collaborazione con la Commissione Nazionale Biblioteche pubbliche dell'Associazione Italiana Biblioteche, propone una riflessione collettiva sul futuro della Biblioteca pubblica in Italia. Sarà una tappa del percorso di lavoro della Commissione che si propone di redigere linee guida per la definizione di piani strategici partecipati per offrire strumenti e metodi ai decisori, ai bibliotecari e ai territori.

A Mantova la giornata di venerdì 28 settembre sarà divisa in due momenti: prima un racconto di esperienze e poi un workshop di esplorazione dei processi. Sarà un'occasione preziosa per coinvolgere operatori culturali, amministratori pubblici, reti e network, non strettamente e necessariamente attivi nel mondo delle biblioteche, nel primo momento di elaborazione verso il Piano strategico per le biblioteche pubbliche italiane, che negli ultimi dieci anni sono state investite da grandi cambiamenti, in assenza di un quadro normativo specifico e di linee di indirizzo che ne possano accompagnare lo sviluppo. Un'occasione per coinvolgere operatori culturali, amministratori pubblici, reti e network, non strettamente e necessariamente attivi nel mondo delle biblioteche, nel primo momento di elaborazione verso il Piano strategico per le biblioteche pubbliche italiane.

Si ringraziano il Comune di Mantova, il direttore delle Biblioteche Teresiana e G.Baratta Cesare Guerra e la Rete Bibliotecaria Mantovana.

Iscrizioni

Le iscrizioni a FATTICULT sono gratuite e consigliate, tramite form compilabile su www.fattidicultura.it.
E' previsto ingresso a 5 euro per gli eventi "3 e 14 infinito non periodico" di giovedì 27 settembre alle 21 allo Spazio Studio Sant'Orsola e per la colazione "Il mattino ha l'oro in bocca" sabato 29 settembre alle 6 al varco di Piazza Virgiliana. Per partecipare ad ArtLab18 è necessaria l'iscrizione su www.artlab.fitzcarraldo.it.