Factory@Polirone selezionato per approdare sulla piattaforma di civic crowdfunding

Assiteca Crowd e Associazione "I Borghi più belli d'Italia" tra i primi tre progetti finanziabili attraverso la piattaforma di civic crowdfunding hanno scelto anche San Benedetto Po (MN) con Factory@Polirone, idea nata dall'Amministrazione comunale e dal consorzio di cooperative culturali Pantacon per recuperare interamente la struttura dell'Infermeria Nuova a ridosso della piazza Matilde di Canossa.

Valorizzare i Borghi più belli d'Italia e il loro grande patrimonio di storia, arte, cultura, ambiente e tradizioni attraverso progetti di civic crowdfunding, per dare nuovo impulso a livello turistico e occupazionale ai territori. Questi gli obiettivi dell'accordo presentato tra Assiteca Crowd, piattaforma italiana autorizzata dalla Consob per l'attività di equity crowdfunding, in procinto di lanciare una seconda piattaforma donor e l'Associazione italiana I Borghi più belli d'Italia, costituita nel 2001 su impulso della Consulta del Turismo dell'ANCI. L'accordo, stipulato anche con la società "Borghi Servizi e Ambiente" e finalizzato a valorizzare il grande patrimonio storico, artistico e culturale dei piccoli centri italiani attraverso un innovativo strumento di finanziamento è stato presentato alla presenza dei sindaci dei primi borghi individuati per la raccolta di fondi con il crowdfunding.

I progetti presentati dai comuni sono stati selezionati sulla base di una serie di parametri di impatto sociale e di comunicazione nazionale e internazionale associabili all'iniziativa di crowdfunding. I primi tre progetti selezionati, che potranno essere sostenuti da oggi sulla piattaforma Assiteca Crowd, riguardano: la riqualificazione del Giardino della Pellerina di Furore (SA); il progetto Spiagge ricreative di Laigueglia (SV); il progetto Factory@Polirone di San Benedetto Po (MN).

 Questo il link che contiene anche un video che illustra il progetto: https://www.assitecacrowdonor.com/projects/progetto-factorypolirone/

IL PROGETTO FACTORY@POLIRONE – un'idea, una sfida, un sogno

Al recupero e alla rigenerazione dell'ultimo degli edifici da recuperare post-terremoto è rivolta la sfida che un costituendo partenariato pubblico-privato che il Comune di San Benedetto Po vuole condurre e affrontare nel prossimo triennio 2017-2019.
L'Infermeria Nuova è uno straordinario manufatto realizzato tra la fine del XV e il XVI secolo, terminato al piano superiore nel 700 che oggi si trova immediatamente a ridosso di piazza Matilde di Canossa con un grande cortile interno, un giardino spazioso e la ciminiera dell'ex-bottonificio che ne caratterizza la vista. Il sisma del 2012 ha lesionato gravemente le parti alte dell'intero edificio che ad oggi non è ancora stato recuperato per la dimensione dell'intervento di recupero e messa in sicurezza. L'idea nata dall'Amministrazione comunale e dal consorzio di cooperative culturali Pantacon è quella di recuperare interamente la struttura ampliandone le possibilità per farne un centro per accogliere visitatori da tutto il mondo in una cornice suggestiva ed unica, coordinare azioni di slow tourism per il territorio, programmare attività culturali quali concerti, mostre, degustazioni, atelier, ospitare convention, congressi, conferenze, promuovere progetti per residenze artistiche e laboratori artigianali specializzati, offrire opportunità di lavoro e di re-inserimento per persone con disabilità/difficoltà e supportare azioni di welfare di comunità, costruendo partnership e progetti per rendere sostenibile l'esperienza.